Distributore di carburanti, diffida del Comune al titolare dell’autorizzazione

Avvalendosi di quanto disposto dal testo unico sul commercio della Regione Marche, il Comune di Fiastra ha intimato con una diffida alla Petrolifera Adriatica S.p.a., titolare dell’autorizzazione comunale alla vendita di carburanti, di rimettere in funzione entro il termine perentorio di un mese il distributore di San Lorenzo al Lago. 

L’esercizio commerciale in questione, unico approvvigionamento di carburanti di tutta l’alta Valle del Fiastrone, è infatti chiuso dal 29 settembre 2018, giorno in cui il gestore ha comunicato la cessazione dell’attività per il raggiungimento della pensione. E’ quasi superfluo sottolineare i disagi che questa prolungata chiusura sta arrecando ai cittadini e ai visitatori che frequentano Fiastra nei fine settimane e nei periodi festivi, basti infatti ricordare che il distributore di carburanti più vicino si trova a Maddalena di Muccia che dista quasi 20 km da Fiastra.   

La sospensione temporanea dell’attività di vendita carburanti, secondo quanto disposto dall’articolo 76 della legge regionale 27/2009 (Testo unico regionale sul commercio), non si può protrarre per più di sei mesi, trascorsi i quali il concessionario dell’autorizzazione può intervenire con una diffida ad adempiere. 

Questa amministrazione comunale, quindi, trascorsi i sei mesi di chiusura e visti gli infruttuosi contatti informali che durante questo periodo sono intercorsi con la Petrolifera Adriatica S.p.a., è stata costretta ad avvalersi di questa previsione legislativa che speriamo porti i suoi frutti. Il protrarsi di questa situazione anche durante la stagione estiva, infatti, sarebbe deleterio per il turismo della vallata.  

Contenuto inserito il 15/04/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità